Da Vedere


OSTUNI


Ostuni, negli anni ribattezzata “la città bianca”, “la regina degli ulivi”, “la città presepe”, è caratterizzata dal un’affascinante centro storico, un groviglio di stradine anguste e tortuose, un susseguirsi di corti, piazzette e vicoli circoscritte dalla cinta muraria rafforzata da torrioni aragonesi. Sulla sommità su cui si inerpica il centro storico, si staglia la Cattedrale, autentico capolavoro dell’architettura gotico-romanica della seconda metà del XV secolo.

Attraverso una distesa di ulivi secolari, si giunge dopo solo 6 km al mare Adriatico, che nel territorio di Ostuni si mostra in tutta la sua bellezza alternando spiagge con lunghe distese di sabbia a piccole calette di scogli, il tutto avvolto nel verde della macchia mediterranea.
Ostuni è inserita nel territorio denominato “comprensorio dei trulli e delle grotte”.

Le campagne circostanti il nucleo cittadino sono caratterizzate dalla presenza di insediamenti rupestri e grotte di grande interesse archeologico. Dalla cittadina, attraverso strade di grande fascino in cui si alternano trulli, masserie e muretti a secco, si giunge ai vicini centri di Cisternino, Martina Franca, Locorotondo e Alberobello patrimonio dell’Unesco e cuore della Valle D’Itria.


ITINERARI


La vacanza ad Ostuni vi permetterà di scegliere una serie di itinerari suggestivi e affascinanti che vi porteranno a scoprire la storia, l’arte e la cultura di questa terra così attraente e ospitale.

Tra i possibili itinerari ne citiamo alcuni di particolare interesse:
Lecce con il suo barocco
Alberobello e i suoi trulli, patrimonio dell’umanità
Castellana grotte
Oria, città Federiciana
Otranto con il suo castello
Torre Guaceto, oasi marina protetta dal WWF

In ogni luogo troverete ad accogliervi i sapori intensi di questa terra che vi stregherà con i suoi cibi e i suoi vini, proponendovi dei percorsi eno-gastronomici di assoluto valore.


CURIOSITÀ

Proprio all’inizio di questa strada, una delle più belle e caratteristiche di Ostuni (conserva intatta la pavimentazione originaria adatta al transito dei carri e degli animali che li trainavano), troviamo un portale in pietra sul quale compare la scritta “Amuse ne ingreditor”: vuol dire “vietato entrare a chi non ama le arti”. A metà percorso, fermatevi ad ammirare la chiesa di san Giacomo di Compostella, una delle più antiche di Ostuni, risalente al 1423. E alla fine, subito dopo una delle poche fontane ancora funzionanti, troviamo un arco che indica il luogo dove sorgeva porta san Demetrio, la più antica della città.


Guesthouse


Offerte


Pacchetti


testimonial